Il Mercoledì a Vite – 4 marzo 2020

Dalla CANTINA
Tutti i Mercoledì a Vite lo chef stellato Riccardo Agostini sceglie uno dei Grandi Vini
custoditi nella cantina e crea due piatti in abbinamento.
Intrecci sensoriali ispirati alla tavolozza di sapori stagionali e alla magia del luogo.

 

Mercoledì 4 Marzo

 

FRANCIACORTA DOCG BRUT “FRANCESCO I” – Uberti
VITIGNO: Chardonnay, Pinot bianco, Pinot nero
Un grande classico di tutta la denominazione, una linea di Franciacorta che deve il nome a Francesco I, Re di Francia dal 1515 al 1547, colui il quale per primo sottolineò le virtù di quel bianco che era diventato spumeggiante per errore, gettando così le basi culturali di un vino che nel giro di pochi decenni si sarebbe imposto in tutto il mondo come quello “dei re”. Il Brut, da un attento assemblaggio di Chardonnay, Pinot bianco e Pinot nero vinificato in bianco, è Franciacorta che rimane sui propri lieviti per un periodo di tempo particolarmente prolungato, almeno 36 mesi, prima delle consuete operazioni di sboccatura che precedono un ulteriore periodo di affinamento in bottiglia di 6 mesi. Il Franciacorta DOCG Brut “Francesco I” di Uberti è uno spumante fresco e dinamico, gustoso ed armonico, di grande persistenza. Una sicurezza.

FRANCIACORTA DOCG EXTRA BRUT “COMARÌ DEL SALEM” 2008 – Uberti
VITIGNO: Chardonnay, Pinot bianco
Comarì è il nome del vigneto storico dell’azienda. Un terreno acquistato dalla famiglia Uberti dal “comarì”, figlio della “comare” (la levatrice/ostetrica del paese); Salem invece è il nome che appare sulla mappa catastale e che deriva dall’aramaico “terra di pace”. Un’unione di particolare rilevanza che in etichetta è rappresentata sotto forma di globo abbracciato da Gea – Madre Terra che, nell’antichità, fu levatrice di molte divinità. Uno spumante millesimato da sole uve a bacca bianca che viene proposto come Extra Brut e che rimane sui lieviti per un periodo particolarmente lungo, come da tradizione, per almeno 48/60 mesi. Ne deriva un Franciacorta netto e profondo, asciutto ed elegante senza però mai perdere di vista quella delicata morbidezza che delinea tutta la produzione targata Uberti.

 

Dai sentori di questi vini, i piatti frutto della creatività dell’Executive Chef Riccardo Agostini:
Zuppa di canocchie, passatelli e ricci di mare
Calamaro ripieno, asparagi bruciati e guazzetto di vongole

 

30 € acqua e vino compresi

Info e prenotazioni
0541 759 138 | info@ristorantevite.it


Iscriviti alla newsletter