Un bartender d’eccezione al ristorante Vite

Una lezione di cocktails da non dimenticare. Questa mattina lo staff del ristorante Vite ha incontrato il talento e l’estro di Simone Caporale, una vera celebrità nel mondo dei barman. Dietro il bancone dell’Artesian Bar di Londra, Simone è diventato grande e, nel 2016, è stato premiato con l’International Bartender of the year. Nonostante la giovane età, 30 anni, Simone non si è montato la testa ed è rimasto un ragazzo umile. Non è difficile intuire la sua modestia. Basta sentirlo parlare della giornata appena trascorsa con i ragazzi di Vite. “Più che di una lezione si è trattato di un confronto, di un dialogo tra colleghi- racconta Simone, gentile e appassionato – un approccio che, ogni giorno, adotto con i miei collaboratori di Londra”. Per lui, infatti, lo scambio d’informazioni e di punti di vista è fondamentale per trovare nuove strade e raccogliere importanti scommesse. E così è successo a San Patrignano.

Gli splendidi colori e profumi che fanno da cornice al ristorante Vite, si sono trasformati per Simone e tutti i ragazzi dello staff, in una sfida: racchiudere la bellezza circostante in un cocktail. “Abbiamo cercato di utilizzare i sapori di questo luogo come rosmarino, lavanda e cipresso con l’obbiettivo di far entrare il cliente in sintonia con tutto ciò che lo circonda”.

Come ci tiene a sottolineare Simone, in questo mestiere la dedizione e l’attenzione dev’essere rivolta a chi sta aldilà del bancone. “Lo scopo di un vero cocktail è quello di far sentire la persona speciale”.
Una giornata fondamentale a livello educativo per i ragazzi in percorso e non è detto che non si possa ripetere. “Impegni lavorativi permettendo, mi piacerebbe venire una volta ogni mese per trascorrere momenti come questi”, afferma Caporale che durante il dialogo non ha potuto nascondere lo stupore per tutti i ragazzi che entrano a San Patrignano e decidono di cambiare vita. “Una scelta coraggiosa e che non tutti riescono a fare”. Un incontro fondamentale anche per la comunità che in questo modo ha realizzato un importante momento educativo per i suoi ragazzi. “E’ fondamentale che i nostri ragazzi abbiano un rapporto consapevole con l’alcol


Iscriviti alla newsletter